Login    Password  

[Registrati]    [Recupera Password]

Ultime Poesie Pubblicate


e ora che più non ci sei

  E ora che più non ci sei
che ieri sei andata via senza un bacio
dimmi che devo farne della mia vita?
Se avrò forza verrò a deporre
un fiore sulla tua tomba
piangendo ti parlerò ancora
mi dirai senza voce e poi?
Seguirti e unirmi a te quanto prima
è il solo fine che ora mi resta
ma come e dove ritrovarti
se nell’aldilà non ho mai creduto
e non ho neanche il diritto di morire
per abbreviare l’attesa di raggiungerti?
Nel nulla e nel vuoto imperanti
come dove e quando ritrovarti!
Se da qualche parte tu dimorassi
mi basterebbe pur un vago indizio:
un fischio, un riverbero nel buio assoluto
l’eco del fruscio della tua anima
che solinga vaga nel camposanto
tra croci o fuochi fatui
sarebbe sufficiente per rinvenirti!
Come vorrei crederci estinta amata
come vorrei che tanto si avverasse:
starebbe in piedi l’estrema speranza
abbandonerei la certezza crudele
da tanto in me insinuatasi e cresciuta
che si nasce per morire e poi svanire.
Ah venisse un giorno prossimo un vento
generoso a portare la mia polvere
li dove oggi già la tua l’ha preceduta.


Autore: amcozza
Data Pubblicazione: 11/06/2019
Lascia un commento alla poesia



tema

  Argomentazioni superflue;
valide ragioni che non affiorano;
neanche scavando la terra
o frugando nelle tasche;
non serve negarlo:
il male è parte di te.
Esso al mattino
supplica piena compagnia.
Fomenta pensieri,
turpi e ossessivi.
Al calar del tramonto
rivela un altro giorno
sciupato.
Ti combatte audacemente,
non mollando la mente
un istante.
Per annientarlo
devi seppellirlo,
insieme a te.


Autore: victor
Data Pubblicazione: 05/05/2019
Lascia un commento alla poesia



inutile eroe

  Vita conclusa nel disonore
di una disfatta.
Tanti soldati
giacciono esanimi
nella vallata.
I famelici lupi
canteranno vittoria;
strazieranno quei corpi
pezzo per pezzo;
festa baccanale,
succulento banchetto;
il superstite catturato.
Lunghi interrogatori
e torture.
Non rivelano bellici
segreti.
La vita erge monumenti
agli eroi ignoti.
Ripudia
quelli in carne ed ossa


Autore: victor
Data Pubblicazione: 04/05/2019
Lascia un commento alla poesia



in marcia per la pace

  Due amici
in viaggio per la pace.
Il treno
di poche carrozze.
I posti in piedi eran
tanti.
Si contesero i passeggeri
quei pochi spazi vacanti.
Dalle parole sconnesse
alle grida paurose.
dalle minacce verbali
agli oltraggi ignominiosi.
I due amici restaron
sani e svegli.
Il locomotore marciava
senza manovratore.
Qualche mano anonima
aveva sganciato dal treno
tutte le carrozze.
La stazione PACE
attende invano
l´arrivo di quel convoglio.


Autore: victor
Data Pubblicazione: 03/05/2019
Lascia un commento alla poesia



canzone

  Quella canzone
odora di poesia.
Perfetta armonia
si immerge
in labirinto celestiale.
Sublimi parole
sorrette
da coro eterogeneo
di voci
bianche e mature.
Spiegano
le ali della fantasia.
Passaggi ritmati,
uniti
a poderosi strumenti
di accompagnamento,
rendono musicalità soave.


Autore: victor
Data Pubblicazione: 02/05/2019
Lascia un commento alla poesia