Login    Password  

[Registrati]    [Recupera Password]

            

figlia del vento

  Lei è nata sulle rive del Sindh
aveva lunghi capelli neri,
sua madre la lavò nel fiume
suo padre le cantò una canzone tribale.
E` nata mentre arrivava l`inverno
le capanne erano fredde.
Crescendo ha teso la mano
la sua voce voleva parlare
ma la gente volgeva lo sguardo altrove.
Ha camminato a piedi scalzi
e ballato sotto la luce del sole
mentre i violini sembravano piangere in musica
e i vecchi del campo narravano misteriose leggende.
L`hanno vista fare l`amore sulla terra nuda
parlare agli animali
sfogliare i petali d`un fiore
giocare prendendo per mano i bambini del campo.
Lei leggeva il destino
vedeva l`anima riflessa negli occhi
poi in silenzio
riprendeva il suo cammino.
E` una Rom figlia del vento
la sua strada è lunga e faticosa
ma è libera e felice di essere quel che è:
la vita è andare verso dove non sai.


Condividi questa Poesia!

Tweet


 L'Autore della Poesia
Autore: claudio cisco
Data Pubblicazione: 06/12/2007
Lascia un commento alla poesia


 Commenti alla Poesia

Lascia un commento alla poesia

nessun oggetto. di rosazzurra lasciato il 08/12/2007 18:49:41
Bella ...

nessun oggetto. di renyzul lasciato il 07/12/2007 17:28:09
La liberta’ è una gran cosa…..
Solo i figli del vento sanno ascoltare quello che “ trasporta il vento “, che è libero di spaziare in qualsiasi angolo remoto perché non legato da vincoli.E di questo il popolo nomade ne fa`tesoro.... .Molto bella.



nessun oggetto. di rita lasciato il 07/12/2007 17:02:31
Delicata come una bella fiaba che, speriamo sempre, sia a lieto fine... Complimenti!!!

nessun oggetto. di bluesax lasciato il 07/12/2007 15:10:11
molto bella questa poesia.....direi fiabesca...
bravo.

nessun oggetto. di bigi58 lasciato il 07/12/2007 12:55:58
attualissima poesia...


nessun oggetto. di eliana napoli lasciato il 07/12/2007 09:43:39
....si legge...avvince....affascina...
ti lascia un rimpianto per qualcosa che non abbiamo...

nessun oggetto. di libero lasciato il 07/12/2007 09:32:53
bella e profonda questa tua poesia che sembra una fiaba. Complimenti!!

nessun oggetto. di plasson lasciato il 07/12/2007 08:31:36
Hai descritto perfettamente il senso romantico della vita nomade. Complimenti

favoloso... di gigggi lasciato il 07/12/2007 05:48:06
Bravissimo Clà..Un vero inno alla libertà..a tre "B" impersonificata da questa ragazza..

nessun oggetto. di angelomio lasciato il 07/12/2007 00:29:28
A volte malgrado le controversie e sofferenze...
essere liberi appaga più di qualsiasi ricchezza.
Molto bella.

nessun oggetto. di nuvola lasciato il 06/12/2007 22:41:04
é stupenda questa poesia! lei è la figlia del venmto è libera...è una zingara!



 Tutte le poesie di claudio cisco
- risuscitami   - era un gioco   - attraversando il sole   - alba   - bella messina   - l`armonia del creato   - in simbiosi con l`universo   - nostalgia   - nico   - ossessione per una ninfetta (liberamente ispirata al libro lolita di v. nabokov)   - il volto inquietante del mio male   - preghiera d’un’anima in pena alla luna   - quella strana ragazza   - quel mare   - allontana da me questo calice   - perdendomi nel tramonto   - madre e figlio   - mia piccola lisa   - l`aquilone   - luce   - l`infinito (liberamente tratta dalla lirica omonima di giacomo leopardi)   - pagliaccetto azzurro   - ricordo d`una ragazza scomparsa   - la fine della cicogna   - il tuo angelo bambino   - la poesia del gabbiano   - la sposa del mare   - figlia del vento   - il silenzio nel silenzio   - solitudine e libertà  


 Note Legali
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.
Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonchè qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione dell'Autore, è punita con le sanzioni previste dagli Art. 171 e 171-ter della suddetta legge.