Login    Password  

[Registrati]    [Recupera Password]

            

NOSTALGIA

  Le inquietudini del mio primo bacio
e poi le affascinanti scoperte intime
i primi turbamenti
quei peccati d`una età che non torna più,
scomparsa per sempre.
E tu sorellina timida timida
ed io fratellino impacciato e buffo,
tra sguardi e silenzi
ci spiavamo dentro l`anima
imparavamo ad amare.
Provo con la fantasia a tornare bambino
insieme con te nella poesia di quel nostro magico mondo.
Cerco invano di ricreare quegl`innocenti momenti intensi
mi ritrovo il fantasma d`un uomo già inesorabilmente invecchiato.
Quelle due giovani creature
ora son come cristalli di ghiaccio d`un viso d`inverno.
Quell`antica primavera
è ormai neve e gelo.


Condividi questa Poesia!

Tweet


 L'Autore della Poesia
Autore: claudio cisco
Data Pubblicazione: 13/05/2009
Lascia un commento alla poesia


 Commenti alla Poesia
Nessun commento lasciato alla poesia di claudio cisco. Lascia il primo commento alla poesia NOSTALGIA


 Tutte le poesie di claudio cisco
- risuscitami   - era un gioco   - attraversando il sole   - alba   - bella messina   - l`armonia del creato   - in simbiosi con l`universo   - nostalgia   - nico   - ossessione per una ninfetta (liberamente ispirata al libro lolita di v. nabokov)   - il volto inquietante del mio male   - preghiera d’un’anima in pena alla luna   - quella strana ragazza   - quel mare   - allontana da me questo calice   - perdendomi nel tramonto   - madre e figlio   - mia piccola lisa   - l`aquilone   - luce   - l`infinito (liberamente tratta dalla lirica omonima di giacomo leopardi)   - pagliaccetto azzurro   - ricordo d`una ragazza scomparsa   - la fine della cicogna   - il tuo angelo bambino   - la poesia del gabbiano   - la sposa del mare   - figlia del vento   - il silenzio nel silenzio   - solitudine e libertà  


 Note Legali
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.
Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonchè qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione dell'Autore, è punita con le sanzioni previste dagli Art. 171 e 171-ter della suddetta legge.