Login    Password  

[Registrati]    [Recupera Password]

            

Scroscio di memorie

  Discendevamo nel torrido del giorno
estivo la mulattiera ciottolosa
che al fiume inviolato portava
intorno chiazze di granturco giÓ alto
frusciavano a brezze lievi
tra verdi rovi brillavano drupe di more;
abbarbicato sulla pietra
in alto, il maniero turrito
ove il padre di mia madre
nel secolo fuggito era stato custode.
Ancor, a metÓ sentiero
i resti di un mulino diroccato
da opunzie prosperose adornato
con allato un borro torrentizio
che musico borbottava; prima
della striscia di riva pietrosa,
snelli e flessuosi, giunchi e vimini
confusi a spunti di canne fronzute.
Oh meriggio al sole che picchiava
fresche dolci acque incontaminate
odor di ginestre a valle discesi
apparir e sparir di rospi paffuti!
Eravamo appena fanciulli allora:
cuori giovani, senza affanno,
in fioritura, con saccocce e menti vuote
e ancor senza nodi il filo della vita!
Come Ŕ strano e possibile che tanto tempo
a mia insaputa pur sia passato!
I ricordi, i ricordi in piena
che gai si srotolano controtempo
e riadducono a eventi andati
che sottovento echi soavi e dolci
riportano a un cuore che ride!
Che n´Ŕ stato dello smilzo ragazzo
sognante schivo e silenzioso
che si immergeva tra bolle e spume
svalutandone le insidie celate?
Non di quelle ma di ben altre
pi¨ mortali e inimmaginabili
fu vittima tuffandosi nel vivere.
Or congiunto a una speranza
or disciolto da terribili pensieri
con animo serrato
e una volontÓ d´essere che frana
attonito segue l´arco del sole
nell´ansia di un venire ignoto
che oltre imbruna e atterrisce
chi sosta sulla fossa del ricordo.


Condividi questa Poesia!

Tweet


 L'Autore della Poesia
Autore: amcozza
Data Pubblicazione: 05/08/2014
Lascia un commento alla poesia

 Commento dell'Autore
rami e fogliame di ricordi


 Commenti alla Poesia

Lascia un commento alla poesia

complimenti di ery lasciato il 28/08/2014 23:30:32
...dopo anni torno su queste pagine e la prima poesia a scivolarmi sotto agli occhi Ŕ questa. Complimenti davvero...



 Tutte le poesie di amcozza
- su una stinta panchina   - ogni fiume segue il suo cammino   - birichina rombante   - ero sulla soglia dell´etÓ verde   - di me non hai ancora un volto   - lettera a mia madre nell´aldilÓ   - pure a voi che non intendete   - a pi¨ riprese si rintuzzano   - scroscio di memorie   - almanacco estivo   - oh mia primavera!   - lira e trombe equoree   - quando s`avviva un vento   - illesa non passi tra gli urti che ti procuri   - dall`alberato giÓ si staccano foglie   - per non perderti e tenerti con me   - tra sfibrati rami e fulve chiome  


 Note Legali
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.
Ne Ŕ vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonchŔ qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione dell'Autore, Ŕ punita con le sanzioni previste dagli Art. 171 e 171-ter della suddetta legge.